Skip to content


01 26 – Anarres del 26 gennaio. Destra radicale. Piramide sociale, caos sistemico, sottrazione dall’istituito. Lotta alle frontiere. Ciao Ursula!

Nuovo viaggio su Anarres, il pianeta delle utopie concrete.
Nel ricordo di Ursula Le Guin, scomparsa pochi giorni fa. I suoi romanzi, i suoi racconti, sono stati per molti di noi una sorta di Bildung Roman, snodi in un percorso dove l’utopia si fa ogni giorno più concreta. Mai facile, sempre all’orizzonte.
Questa settimana le abbiamo dedicato un breve saluto, nelle prossime puntate vi proporremo un giro più ampio tra “Quelli di Anarres”, i compagni di Ursula, anarchica, femminista, antropologa dell’immaginario…

Sui 105,250 delle libere frequenze di Blackout. Dalle 10,45 alle 12,45. Anche in streaming

Ascolta il podcast

In questa puntata:

I fascisti del “secondo millennio”. Genealogia della destra radicale
Ne parliamo con Pietro Stara. Pietro questa sera introdurrà la serata alla FAT su questi temi.
Nella puntata della scorsa settimana potete ascoltare un primo approfondimento.

Abbiamo fatto una lunga chiacchierata con Salvo Vaccaro, docente di filosofia politica all’università di Palermo. Siamo partiti dal rapporto dell’Oxfam, nulla di nuovo rispetto all’inizio di questo secolo. Abbiamo ragionato della sostanziale inutilità delle risposte in chiave riformista, neowelfarista che i nostalgici delle socialdemocrazie propongono in un mondo radicalmente diverso da quello in cui si affermò il compromesso tra capitale e lavoro. Abbiamo discusso di guerra e caos sistemico con un occhio alla partita in Siria del nord, dopo l’attacco della Turchia al cantone di Efrin. Infine si è parlato di democrature, sottrazione dall’istituito e tanto altro…

Il muro invisibile. Il confine è una linea sottile sulle mappe. Tra boschi e valichi, tra le acque del Mare di Mezzo, non ci sono frontiere: solo uomini in armi che le rendono vere. Aggiornamenti dalla lotta contro le frontiere.

La scomparsa di Ursula Le Guin, quella di Anarres

Prossime iniziative:

Venerdì 26 gennaio
ore 21
alla Fat in corso Palermo 46
I fascisti del “secondo millennio”. Genealogia della destra radicale
Con Pietro Stara, autore de “L’identità escludente, La Nuova Destra tra piccole patrie e Europa nazione”

Lunedì 29 gennaio
ore 17
Una solidarietà senza confini
al negozio Benetton di via Po 8
presidio
Le maglie Benetton sono macchiate di sangue

Sabato 10 febbraio
ore 10
al Balon
Distruggiamo le frontiere!
punto info e raccolta abiti, scarponi, sciarpe, coperte, sacchi a pelo, abiti pesanti, per rendere più facile il viaggio a uomini, donne e bambini che provano a bucare i muri della fortezza Europa.
Vin brulé, cibo e altre leccornie benefit lotte contro le frontiere
La raccolta si fa anche nella sede della FAT, il giovedì dopo le 21 e in occasione delle iniziative.

Per chi fosse interessato ai percorsi della Federazione Anarchica Torinese
riunioni – aperte agli interessati – ogni giovedì alle 21
corso Palermo 46 – a destra nel cortile –



Roviniamo la vetrina dei padroni del mondo! No al G7! Un mondo senza sfruttati né sfruttatori, senza servi né padroni, un mondo di liberi ed eguali è possibile. Tocca a noi costruirlo. Ecco gli appuntamenti per gli spezzoni rossoneri: Venerdì 29 settembre ore 17,30 Corteo dei lavoratori e delle lavoratrici contro il G7 Partenza da Corso G. Cesare n. 11, vicino a Porta Palazzo (ex stazione Torino-Ceres) assemblea finale ai giardinetti tra corso Giulio e via Montanaro Sabato 30 settembre ore 14 Corteo contro il G7 Ritrovo quartiere Vallette in direzione Reggia di Venaria per approfondimenti leggi quest'articolo per info: fai_to@inrete.it