Skip to content


Conflitto sociale e sindacalismo di Stato

Nonostante le misure del governo Monti siano una vera mazzata per i redditi e per le tutele di chi lavora, al di là di qualche improvvisa e veloce fiammata, non ci sono segnali di ripresa dello scontro di classe. Se, non, ovviamente, da parte dei padroni. Alla vigilia del primo maggio abbiamo provato a fare un ragionamento sullo stato del conflitto sociale nel nostro paese: il ruolo del sindacalismo di Stato, la complessa parabola delle organizzazioni di base, le condizioni per lo sviluppo di lotte capaci di mettere davvero in difficoltà Stato e Padroni.

Ascoltatevi la lunga chiacchierata con Pietro Stara.
Prima parte
Seconda parte

scarica gli audio: 1 2  



Roviniamo la vetrina dei padroni del mondo! No al G7! Un mondo senza sfruttati né sfruttatori, senza servi né padroni, un mondo di liberi ed eguali è possibile. Tocca a noi costruirlo. Ecco gli appuntamenti per gli spezzoni rossoneri: Venerdì 29 settembre ore 17,30 Corteo dei lavoratori e delle lavoratrici contro il G7 Partenza da Corso G. Cesare n. 11, vicino a Porta Palazzo (ex stazione Torino-Ceres) assemblea finale ai giardinetti tra corso Giulio e via Montanaro Sabato 30 settembre ore 14 Corteo contro il G7 Ritrovo quartiere Vallette in direzione Reggia di Venaria per approfondimenti leggi quest'articolo per info: fai_to@inrete.it