Skip to content


Blocchi stradali e cortei spontanei contro la riforma del lavoro

Mercoledì 27 giugno. Oltre 400 lavoratori metalmeccanici hanno bloccato lo svincolo dell’autostrada Torino-Milano al casello di Chivasso contro la riforma del mercato del lavoro su cui oggi il Governo chiede il voto di fiducia alla Camera. Sono gli operai delle fabbriche Daytec, Mac, Emarc e Federal Mogul. Un altro blocco stradale è stato effettuato alla rotonda di corso Allamano a Torino da circa 200 lavoratori della Graziano e di altre aziende più piccole della zona. Un corteo di alcune centinaia di lavoratori di aziende come Olivetti, Comdata e con delegazioni da Scarmagno e dall’alto canavese ha attraversato le strade di Ivrea.



Roviniamo la vetrina dei padroni del mondo! No al G7! Un mondo senza sfruttati né sfruttatori, senza servi né padroni, un mondo di liberi ed eguali è possibile. Tocca a noi costruirlo. Ecco gli appuntamenti per gli spezzoni rossoneri: Venerdì 29 settembre ore 17,30 Corteo dei lavoratori e delle lavoratrici contro il G7 Partenza da Corso G. Cesare n. 11, vicino a Porta Palazzo (ex stazione Torino-Ceres) assemblea finale ai giardinetti tra corso Giulio e via Montanaro Sabato 30 settembre ore 14 Corteo contro il G7 Ritrovo quartiere Vallette in direzione Reggia di Venaria per approfondimenti leggi quest'articolo per info: fai_to@inrete.it