Skip to content


Monti da il via alle carceri private

Nell’ultimo decreto il governo Monti ha dato il via alla costruzione e gestione da parte di privati delle carceri. Una novità per il nostro paese, che peraltro ha già ampiamente sperimentato la gestione privata di strutture di reclusione, affidando ad associazioni del cosiddetto “privato sociale” la gestione dei centri per tossicodipendenti.
In Gran Bretagna e negli Stati Uniti si tratta di un percorso intrapreso ormai da anni.
Le carceri sono enormi discariche sociali, destinate a continuare a riempirsi, al di là delle nuove procedure messe in atto dal governo Monti, prima tra tutte le possibilità anche per i recidivi di trascorrere parte della pena ai domiciliari.
Grazie alla legge Fini Giovanardi sulle droghe e alla Bossi Fini sull’immigrazione la popolazione carceraria si è dilatata e continuerà ad aumentare.

Ne abbiamo parlato con Robertino Barbieri della redazione di Psycoattiva.

Ascolta l’intervista a radio Blackout



Roviniamo la vetrina dei padroni del mondo! No al G7! Un mondo senza sfruttati né sfruttatori, senza servi né padroni, un mondo di liberi ed eguali è possibile. Tocca a noi costruirlo. Ecco gli appuntamenti per gli spezzoni rossoneri: Venerdì 29 settembre ore 17,30 Corteo dei lavoratori e delle lavoratrici contro il G7 Partenza da Corso G. Cesare n. 11, vicino a Porta Palazzo (ex stazione Torino-Ceres) assemblea finale ai giardinetti tra corso Giulio e via Montanaro Sabato 30 settembre ore 14 Corteo contro il G7 Ritrovo quartiere Vallette in direzione Reggia di Venaria per approfondimenti leggi quest'articolo per info: fai_to@inrete.it