Skip to content


Terzo Valico: blocchi resistenti contro gli espropri

 
Martedì 17 luglio. Seconda giornata di resistenza agli espropri per il terzo valico ad Arquata Scrivia. La settimana scorsa la COCIV, la società che intende realizzare la nuova linea ad alta capacità tra Genova e Tortona, è stata respinta dai blocchi della popolazione e dei comitati a Serravalle.
Il 16 luglio la Cociv era attesa ad Arquata, nella zona di Moriassi dove un intero quartiere dovrebbe essere sacrificato sull’altare dei profitti e degli affari.

Sin dalle prime ore del mattino si è costituito un presidio, poi sono partiti i blocchi – in tutto sei – per impedire alla Cociv di fare gli espropri. Hanno dato il loro appoggio anche No Tav provenienti da Torino e da Milano. È nato anche un campeggio di lotta che proseguirà sino a venerdì, quando è previsto l’ultimo tentativo di esproprio.
In serata si è svolta un’assemblea affollatissima in cui la popolazione di Arquata ha ribadito la ferma volontà di impedire l’opera.



Roviniamo la vetrina dei padroni del mondo! No al G7! Un mondo senza sfruttati né sfruttatori, senza servi né padroni, un mondo di liberi ed eguali è possibile. Tocca a noi costruirlo. Ecco gli appuntamenti per gli spezzoni rossoneri: Venerdì 29 settembre ore 17,30 Corteo dei lavoratori e delle lavoratrici contro il G7 Partenza da Corso G. Cesare n. 11, vicino a Porta Palazzo (ex stazione Torino-Ceres) assemblea finale ai giardinetti tra corso Giulio e via Montanaro Sabato 30 settembre ore 14 Corteo contro il G7 Ritrovo quartiere Vallette in direzione Reggia di Venaria per approfondimenti leggi quest'articolo per info: fai_to@inrete.it